Chiesa di San Martino

Chiesa di San Martino - Artegna

È il più antico luogo di culto di Artegna, collocata in posizione centrale sul punto più alto dell’omonimo colle. La sua origine non è nota. Sicuramente esisteva in età medievale, nell’ambito del castello, come testimoniano le fonti documentarie che ricordano la chiesa di San Martino come una delle pievi friulane. La forma della chiesa tuttora conservata è quella che deriva dalle ultime sistemazioni compiute nel XVI secolo e che hanno riguardato anche l’abbellimento dell’interno con la serie di affreschi di Gian Paolo Thanner (circa 1530). All’esterno ci sono i segni degli interventi succedutisi nei secoli: la facciata, in pietra levigata e con il disegno del portale, ha un aspetto rinascimentale, mentre le pareti laterali ci riportano ai tempi precedenti, quando la chiesa, distrutta dai castellani come risposta alla rivolta popolare del 1299, fu riedificata. Si presume che la chiesa poggi sulle fondamenta della prima cerchia muraria del castello preesistente. Il campanile, invece, fu terminato nel 1681. Un certo eclettismo è ravvisabile anche all’interno, dove ad un’aula di proporzioni classiche si contrappongono un arco trionfale, un’abside e una cappella laterale in cui evidenti sono le reminiscenze goticizzanti. Fonti documentali fanno ritenere che la chiesa di San Martino esistesse entro la cerchia del castello fin da primi secoli del Medioevo.